ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una fiera in tempo di crisi, meno espositori e assenza di grandi nomi

Lettura in corso:

Una fiera in tempo di crisi, meno espositori e assenza di grandi nomi

Dimensioni di testo Aa Aa

Tempi duri anche per il più grande salone europeo delle nuove tecnologie. Al Cebit meno espositori che in passato, l’assenza di grandi nomi, come Samsung: la fiera tedesca soffre per la crisi così come il suo invitato d’onore, la California.

Il numero di espositori atteso è inferiore del 26,4 per cento rispetto all’edizione 2008. Quattromilatrecento imprese: un brusco crollo rispetto al passato quando la fiera di Hannover ha attirato fino a 8000 società. Tutto questo malgrado il cambiamento di strategia: quella di concentrarsi sul pubblico di professionisti visto che i consumatori in cerca di gadget tecnologici affollano eventi rivali come la fiera della telefonia mobile di Barcellona o l’Ifa di Berlino. Ma le imprese, toccate dalla crisi, hanno comunque però ridotto i loro viaggi di affari. Per attirare visitatori gli organizzatori puntano sulle tecnologie verdi e sul libro elettronico. La crisi ha comunque colpito tutto il settore delle fiere di cui la di cui la Germania è leader mondiale, con un calo del giro d’affari atteso intorno al 20-30 per cento.