ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I Donatori in Egitto per ricostruire Gaza

Lettura in corso:

I Donatori in Egitto per ricostruire Gaza

Dimensioni di testo Aa Aa

Al via oggi a Sharm el Sheik la Conferenza dei Donatori per la riscostruzione di Gaza, dopo le bombe israeliane di dicembre e gennaio.

Hillary Clinton è giunta ieri sera in Egitto, prima volta in Medio Oriente per il Segratario di stato americano. In tutto sono settantacinque le delegazioni presenti. Quella britannica ha visitato la Striscia per rendersi conto delle reali condizioni della popolazione. Douglas Alexander, Segretario di Stato per lo sviluppo internazionale: “Vogliamo sia garantito l’accesso agli aiuti umanitari ed agli uomini che li portano, il tasso di sofferenza della popolazione è ancora molto alto” Secondo l’ Autorità palestinese c‘è bisogno di circa due miliardi e mezzo di euro per la ricostruzione. Input diretto agli sponsor del summit egiziano: Onu, Unione Europea, Francia, Italia e Lega araba. A loro va anche il monito di Tel Aviv. Mark Regev, portavoce del governo israeliano: “Dobbiamo essere chiari non intendiamo assistere all’invio di aiuti ad Hamas ma ai cittadini di Gaza” La Striscia resta sigillata dalle forze israeliane. Tel Aviv pone come condizione per la tregua e l’eliminazione del blocco la liberazione del soldato Ghilad Shalit ostaggio di Hamas dal duemilasei.