ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, Paesi Baschi e Galizia al voto

Lettura in corso:

Spagna, Paesi Baschi e Galizia al voto

Dimensioni di testo Aa Aa

Un test politico per il governo e per l’opposizione. Così si vive il voto di oggi in Spagna per il rinnovo dei governi regionali del Paese Basco e della Galizia. Sono le prime elezioni dall’entrata in recessione della Spagna, che ha il tasso di disoccupazione più alto dell’Unione Europea.

Nel Paese Basco, la lotta è tutta tra il Premier uscente Juan José Ibarretxe, che nei suoi discorsi ha affrontato temi sociali, e Patxi Lopez, leader del partito socialista locale, che tenta di metter fine all’egemonia quasi trentennale dei nazionalisti. Secondo i sondaggi i due rivali sono testa a testa, ma nessuno dei due sarebbe in grado di ottenere la maggioranza assoluta e di formare quindi un governo senza bisogno di alleati. Sul voto, inoltre, pesa il clima di tensione creato dall’Eta, entrata prepotentemente nella campagna elettorale: sua la firma dell’attentato alla sede dell’EiTB, la televisione pubblica basca a Bilbao. Il movimento separatista ha inoltre lanciato un appello al boicottaggio del voto dopo che i due partiti radicali, che non condannano esplicitamente le violenze, sono stati estromessi dalla competizione. Elezioni chiave anche in Galizia, antico feudo conservatore, strappato ai popolari nel 2005 da un’alleanza tra socialisti e nazionalisti Qui il premier spagnolo Zapatero ha chiuso venerdì la campagna elettorale: la posta in gioco è particolarmente importante per il suo partito soprattutto in un momento in cui i popolari e il loro leader Mariano Rajoy, che puntano alla riconquista del territorio, risultano indeboliti da una serie di scandali.