ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Insediato all'Aja il Tribunale speciale per il Libano. Dovrâ far luce sull'omicidio Hariri

Lettura in corso:

Insediato all'Aja il Tribunale speciale per il Libano. Dovrâ far luce sull'omicidio Hariri

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è insediato a l’Aja, in Olanda, il Tribunale speciale per il Libano, una corte istituita dalle Nazioni Unite per fare luce sull’assassinio dell’ex premier libanese Rafiq Hariri.

Il Tribunale, formato da undici magistrati di cui quattro libanesi, ha cinque anni di tempo per concludere i suoi lavori. Alla cerimonia di avvio ufficiale delle attività é intervenuta Patricia O’Brien, delegata dal segretario generale per gli affari legali, che ha sottolineato come l’esistenza stessa della Corte speciale rappresenti uno sforzo congiunto del governo libanese e delle Nazioni Unite. A Beirut la notizia è stata accolta con soddisfazione, soprattutto negli ambienti vicini all’uomo politico ucciso, convinti che dietro l’eliminazione di Hariri ci sia la lunga mano del regime siriano. “E’ l’inizio della via per la verità”, dice Maruan Hamadeh, deputato al parlamento. “Spero che così si possa aprire una nuova pagina nella storia del Libano, della giustizia, della fine dell’impunità. Si tratta anche di una lezione per molti regimi attorno a noi, nel Medio Oriente”. Nonostante l’inizio formale del processo, secondo una nota della pubblica accusa, le indagini proseguiranno e resterà in funzione anche l’ufficio locale di Beirut che coordina l’attività investigativa.