ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fosse comuni trovate in Bangladesh dopo la soffocata insurrezione dei paramilitari

Lettura in corso:

Fosse comuni trovate in Bangladesh dopo la soffocata insurrezione dei paramilitari

Dimensioni di testo Aa Aa

Continua a crescere il bilancio delle vittime causate dall’ammutinamento di alcuni ufficiali in Bangladesh.Quattro giorni dopo la sollevazione, le forze di sicurezza hanno portato alla luce una cinquantina di cadaveri, nascosti in fosse comuni. Tra di essi, i corpi delle mogli di due generali ribelli.
 
La rivolta, che in totale ha causato una ottantina di morti, era scoppiata per motivi sindacali lo scorso mercoledi tra i ranghi del corpo paramilitare dislocato lungo i confini.
 
Il pesante intervento deciso dal governo per stroncare la rivolta ha messo per qualche giorno a ferro e fuoco il presidio di Dacca, dove si erano rifugiati gli ammutinati.
 
Il governo del paese asiatico, che resta uno dei più poveri della regione, per mettere fine alla crisi, durata un giorno e mezzo, ha chiesto ai ribelli di arrendersi, promettendo una amnistia generale e la ristrutturazione del corpo paramilitare.
 
Non si esclude che gli avvenimenti di questi giorni influiscano sugli equilibri politici. L’esecutivo attuale, in carica da dicembre, è il primo dopo due anni di governi fantoccio sostenuti dalla giunta militare.