ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Entro il 2022 la Lione-Torino

Lettura in corso:

Entro il 2022 la Lione-Torino

Dimensioni di testo Aa Aa

La Torino-Lione si farà. Mario Virano, il commissario straordinario incaricato dal governo italiano di superare tutte le difficoltà alla realizzazione del progetto, è giunto fino a Lione per rassicurare la controparte.

Un impegno che giunge a pochi giorni dalle garanzie sulla realizzazione dell’opera offerte da Berlusconi e Sarkozy, entrambi convinti che gli ostacoli alla costruzione della tratta ormai possano dirsi superati. Virano, alle istituzioni francesi riunite a Lione, ha spiegato che in due anni in Italia è cambiato tutto. “Se paragoniamo la situazione di oggi, in cui stiamo concretamente lavorando per definire il progetto preliminare di tutta la linea Torino-Lione, dalla frontiera francese fino all’interconnessione con la Torino-Milano, con il consenso attivo della maggioranza delle amministrazioni locali, se paragoniamo questa situazione al conflitto sociale del dicembre 2005, possiamo dirci rassicurati”. In Val di Susa non ci sono piú i blocchi, ma Virano ha riconosciuto che non proprio tutti i soggetti interessati hanno appoggiato la strategia dell’Osservatorio. Ma la Francia di Virano si fida. Jean-Pierre Lacroix, delegato della Transalpina, ha ascoltato con entusiasmo le parole del commissario italiano. “Ho seguito con attenzione il lavoro molto importante svolto dal commissario Virano e quello che ha spiegato oggi è estremamente chiaro. Ha portato avanti un enorme lavoro di convincimento nel rispetto di tutte le parti interessate. Penso che riusciremo a definire un calendario compatibile con la realizzazione dell’opera”. A metà marzo si apre la fase del bando di gara internazionale gestito dalla italofrancese Ltf mentre per la tratta italiana la governance del progetto resta nelle mani dell’Osservatorio di Virano.