ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Williamson: il negazionista 'quasi' pentito

Lettura in corso:

Williamson: il negazionista 'quasi' pentito

Dimensioni di testo Aa Aa

Richard Williamson chiede perdono alle vittime dell’Olocausto e alla Chiesa. Il vescoso lefebriano trasmigrato a Londra dopo essere stato cacciato dall’Argentina per le sue dichiarazioni negazioniste, ha scritto una lettera con la quale afferma che non avrebbe negato le camere a gas se avesse saputo in anticipo il ‘‘danno e il dolore’‘ che le sue dichiarazioni avrebbero arrecato ‘‘soprattutto alla Chiesa’‘ ed anche ‘‘ai sopravvissuti e ai parenti delle vittime che hanno subito ingiustizie sotto il Terzo Reich’‘.

Scuse formali, quindi, ma non un vero proprio pentimento. La lettera non sembra soddisfare la richiesta di ritrattazione impostagli dal Papa, come pre-condizione per essere riaccettato, come vescovo, nella Chiesa cattolica. Anche in Vaticano la prima sensazione è che, nella missiva, non vi siano novità eclatanti, un sincero ravvedimento. Nei prossimi giorni Williamson terrà a Londra una conferenza pubblica.