ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Investimenti e risparmi, il primo budget di Obama. "Entro il 2013 deficiti ridotto della metà"

Lettura in corso:

Investimenti e risparmi, il primo budget di Obama. "Entro il 2013 deficiti ridotto della metà"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente statunitese Barack Obama ha presentato il suo primo bilancio di previsione per il 2010. “Un bilancio onesto”, lo ha definito il capo della Casa Bianca, polemizzando con il modo seguito dal suo predecessore per definire il budget.

“Stiamo dando seguito all’impegno di rendere più trasparente il governo. Questo bilancio ci dice in modo onesto dove siamo e dove vogliamo andare. Per molto tempo i bilanci non hanno detto la verità su come il denaro incassato con le tasse veniva speso. Molte voci sono state lasciate fuori bilancio, come i veri costi delle guerre in Iraq e Afghanistan”. Cinque le linee guida descritte da Obama: banche, energia, salute, istruzione, e difesa, per un volume di spesa pubblica complessiva pari a 3.550 miliardi di dollari. Fondamentali, secondo la nuova amministrazione, saranno gli investimenti nel settore energetico, col duplice obiettivo di potenziare le fonti rinnovabili e ridurre le conseguenze negative sull’ambiente, a cominciare dal taglio della produzione dei gas a effetto serra. Sulla sanità il presidente ha definito “storica” la riforma appena avviata, che si prefigge di allargare e rendere più accessibile il sistema sanitario ai milioni di statunitensi che stanno perdendo il lavoro a causa della crisi. Altri interventi sono previsti nel campo dell’istruzione, soprattutto nei settori delle scuole pubbliche e delle iniziative contro la dispersione scolastica, che colpisce le classi più povere. Obama si è anche impegnato a ridurre del 50 per cento, entro il 2013, il deficit pubblico, e a generare in 10 anni risparmi per 2000 miliardi di dollari, tagliando progetti di armamenti non più considerati prioritari.