ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama promette: fuori dalla crisi "più forti di prima"

Lettura in corso:

Obama promette: fuori dalla crisi "più forti di prima"

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Stati Uniti ce la faranno a uscire dalla crisi economica e saranno anche protagonisti di una nuova era di dialogo con il mondo. Barack Obama ha tenuto il suo primo discorso davanti al Congresso da quando si è insediato alla Casa Bianca. Al trentaseiesimo giorno di lavoro, il Presidente ha fatto leva su un nuovo senso di responsabilità e sull’urgenza di andare avanti con il suo programma.

Obama ha cercato di iniettare ottimismo, non solo a deputati e senatori: “La nostra economia sarà anche indebolita e la nostra fiducia messa a dura prova. Anche se stiamo vivendo tempi difficili e incerti, però, stasera voglio che ogni americano sappia questo: ricostruiremo, ci riprenderemo e gli Stati Uniti d’America usciranno da questa crisi più forti di prima”. Energia, sanità, istruzione, casa: Obama vuole andare avanti in modo veloce e deciso. E anche sul piano internazionale, le cose sono cambiate: “A parole e a fatti, stiamo mostrando al mondo che una nuova stagione di impegno è iniziata. Perché sappiamo che l’America non può affrontare le minacce di questo secolo da sola, ma sappiamo anche che il mondo non può affrontarle senza l’America. Non possiamo evitare il tavolo dei negoziati, e nemmeno ignorare gli avversari o le forze che potrebbero farci del male”. Obama si è concesso più di cinquanta minuti per descrivere la difficile realtà dei fatti. Interrotto da applausi scroscianti. Ma ha invitato tutti a rimboccarsi le maniche per un progetto votato all’ottimismo. Per alcuni, però, troppo ambizioso.