ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi, al vertice di Berlino trovato l'accordo per dare più regole alla finanza

Lettura in corso:

Crisi, al vertice di Berlino trovato l'accordo per dare più regole alla finanza

Dimensioni di testo Aa Aa

Rifondare il mercato con regole trasparenti, non cedere al protezionismo, andare verso uno sviluppo sostenibile.

Il vertice di Berlino dove ieri si sono riuniti i Paesi europei del G20 ha trovato l’intesa sulla linea comune anti-crisi che l’Unione europea presenterà al prossimo G20 che si terrà a Londra il 2 aprile. Il vertice è stato voluto dal Cancelliere tedesco Angela Merkel proprio per questo scopo. “Dobbiamo sviluppare un meccanismo di sanzioni contro coloro che non coopereranno, si tratti di paradisi fiscali oppure di zone dove avvengono operazioni finanziare non trasparenti”, ha detto Merkel. L’obiettivo è quello di non lasciare che nulla, nel libero mercato, sfugga ai controlli. E affinché questo accada ci vogliono più mezzi. Come ha sottolineato il premier britannico Gordon Brown: “Abbiamo deciso di dotare le istituzioni finanziarie di almeno 500 miliardi di dollari per metterle nelle condizioni non soltanto di intervenire contro le crisi, ma anche di prevenirle”. Nel vertice è emersa anche la prima constatazione condivisa di fallimento: le azioni intraprese finora non hanno funzionato. Il primo ministro spagnolo, José Luis Rodriguez Zapatero, ha però ostentato ottimismo: “Riusciremo a uscire dalla crisi e a mettere in piedi un sistema finanziario solido, trasparente ed etico”. In particolare, è stato deciso di stabilire sanzioni per punire i paradisi fiscali, di sottoporre a registrazione e controllo le agenzie di rating e di supervisionare tutti i prodotti finanziari.