ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Arrivati a Parigi i francesi feriti nell'attentato del Cairo

Lettura in corso:

Arrivati a Parigi i francesi feriti nell'attentato del Cairo

Dimensioni di testo Aa Aa

All’aeroporto di Roissy i feriti francesi sono stati accolti dalle famigle che hanno preferito ritrovarsi con i loro cari al riparo dello sguardo delle telecamere. Del gruppo di giovani partiti lo scorso 16 febbraio dalla periferia della capitale francese faceva la ragazza rimasta uccisa dall’ordigno esplosivo.

“Era la loro unica figlia – dice un assessore comunale di Levallois-Peret -. Studiava nel nostro liceo e doveva dare la maturità. Sono dei momenti drammatici che nessuno vorrebbe mai vivere”. Non è ancora chiara la dinamica dell’attentato: secondo alcuni testimoni, l’ordigno è stato lanciato da una moto sulla piazza del mercato affollato di Khan el-Khalili, dove si trovano ristoranti e caffè. Mentre la polizia sostiene che la bomba era piazzata sotto una panchina. Per il momento non c‘è stata alcuna rivendicazione. Mentre undici persone sono state fermate nei pressi del luogo dell’attentato poco dopo l’esplosione e vengono attualmente interrogate. Tra queste due donne che indossavano il niqab, il velo che copre quasi completamente il volto. Il ministero degli esteri francese ha per il momento escluso che l’obiettivo degli attentatori fosse il gruppo di giovani e parla piuttosto di atto terrostico indiscriminato.