ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accuse di sfruttamento per il premio Oscar "The Millionaire"

Lettura in corso:

Accuse di sfruttamento per il premio Oscar "The Millionaire"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il film “The Millionaire” è stato al centro di polemiche che l’hanno accompagnato sin dalla sua uscita. Una delle famiglie dei ragazzi che hanno partecipato alle riprese aveva denunciato una sorta di sfruttamento da parte della produzione che aveva pagato il figlio appena 2500 euro a fronte delle decine di milioni di euro d’incassi. La vittoria degli Oscar sembra però aver placato gli animi.

“Sono così felice che mia figlia abbia vinto questo premio. La sua fama deve essere anche un motivo di orgoglio per tutta l’India”, ha detto Muni Qureshi, madre di Rubina Ali, 8 anni, che nel film ha interpretato la bambina della bidonville Latika. Il regista e il produttore avevano negato in blocco le accuse spiegando che la produzione ha anche previsto di pagare gli studi dei ragazzi fino a quando saranno maggiorenni. “La cosa più importante è che una persona povera come mio figlio venga riconosciuta internazionalmente – dice il padre del piccolo Azhar Mohammed Isamil -. Quello che mi rende più felice è che sia riuscito già a farsi un nome”. Alcuni abitanti della bidonville si sono sentiti offesi dal titolo inglese del film che li chiama “Slumdog”, letteralmente cani dei bassifondi, e hanno presentato una denuncia in tribunale.