ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Saab in amministrazione controllata

Lettura in corso:

Saab in amministrazione controllata

Dimensioni di testo Aa Aa

Saab sceglie l’amministrazione controllata, unica opzione per evitare la bancarotta. La casa automobilistica svedese cerca così di affrontare le difficoltà causate dalla crisi propria e della casa madre, la statunitense General Motors.

Il Direttore Generale di Saab, Jan-Ake Jonsson, ha spiegato che lo scopo dell’operazione è quello di ottenere protezione dai creditori per poter riorganizzare la produzione in vista del distacco da GM, già previsto per la fine del 2010. Una decisione obbligata dopo due decenni di perdite quasi costanti. General Motors si è tuttavia resa disponibile per una iniezione di liquidi che rilancino nell’immediato Saab: 400 milioni di dollari. Ma solatanto a patto che il governo svedese garantisca un intervento maggiore, di almeno 590 milioni di dollari. Saab spera di poter così presentare nuovi modelli, coprire le perdite e raggiungere l’obiettivo delle 120.000 auto vendute su base annuna. Saab da lavoro a oltre 4000 persone in Svezia. Ma la bancarotta metterebbe a rischio almeno 15.000 posti in tutto l’indotto.