ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Più truppe Nato per elezioni in Afghanistan

Lettura in corso:

Più truppe Nato per elezioni in Afghanistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Accompagnato da alcune proteste, il primo giorno di vertice Nato in Polonia si è chiuso con un punto fermo: la volontà di garantire lo svolgimento democratico delle elezioni di agosto in Afghanistan. Questo attraverso l’invio di truppe supplementari. Sulla scia dei rinforzi garantiti dagli Stati Uniti. Ma all’appello di Washinton, per ora, hanno risposto solo Italia e Germania. E, per giunta, non si parla di migliaia di uomini, ma di centinaia.

Da Cracovia, il Segretario Generale della Nato, Jaap de Hoop Scheffer ha evocato i rischi dell’instabilità per il terrorismo internazionale, e la necessità di unire le forze, quelle civili comprese. Ma in seno all’Alleanza non c‘è l’unisono. La Germania invierà 200 soldati in più durante il periodo elettorale e 400 uomini in più in maniera permanente. Il Regno Unito, invece, secondo Paese contributore dell’Isaf, invierà con tutta probabilità mezzi supplementari, ma non uomini. Il prezzo pagato da Londra in Afghanistan è stato più alto del previsto, sia in termini economici che di vite umane. Il vertice dei ministri della Difesa della Nato si chiude oggi.