ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia, il Pd sprofonda nella crisi

Lettura in corso:

Italia, il Pd sprofonda nella crisi

Dimensioni di testo Aa Aa

Le dimissioni di Walter Veltroni aprono la crisi più grave nella giovane vita del Partito Democratico. Il capo dell’opposizione in Italia lascia dopo la cocente sconfitta nelle regionali sarde e apre un vuoto alla testa del Partito che non sarà facile riempire. Il vicesegretario Dario Franceschini sarà probabilmente nominato reggente in attesa di un congresso. Una reggenza che dovrà comunque gestire una delicata vigilia delle prossime elezioni europee ed amministrative. Veltroni spiegherà oggi in una conferenza stampa le ragioni delle sue dimissioni. Per la successione, prende quota l’autocandidatura di Pierluigi Bersani, ex ministro dello sviluppo economico con Prodi.

Dopo la sconfitta nelle politiche dell’aprile scorso, la sinistra italiana ha continuato a perdere importanti amministrazioni, come la città di Roma e le regioni Friuli Venezia Giulia e Abruzzo. Le elezioni sarde rafforzano quindi ulteriormente la posizione politica del presidente del consiglio Berlusconi, che nella campagna elettorale si era impegnato personalmente. Il malessere nel Partito Democratico è talmente profondo che alcuni suoi esponenti parlano apertamente di una possibile scissione tra Ds e Margherita.