ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

GM a rischio chiusura, timori in Europa

Lettura in corso:

GM a rischio chiusura, timori in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Senza l’aiuto del governo, la General Motors rischia di affondare. E le ripercussioni potrebbero farsi sentire anche in Europa. Il colosso di Detroit ha presentato il proprio piano di ristrutturazione e fa sapere che potrebbe avere bisogno di un totale di trenta miliardi di dollari per sopravvivere: più del doppio della cifra già accordatale a inizio dicembre.

A rischio ci sono 47.000 posti di lavoro, solo quest’anno. 26.000 fuori dagli Stati Uniti. Ripercussioni si temono anche in Europa, con le aziende partner. Tra le aziende esposte, c‘è, in Germania, la Opel. I vertici della General Motors hanno fatto sapere che si stanno vagliando tutte le opzioni possibili, anche con il governo tedesco. In Germania, la Opel dà lavoro a circa 26.000 dipendenti. Berlino non esclude la possibilità di entrare nel capitale. Alla fabbrica di Bochum, non tutti, però, sembrano preoccupati. Alcuni pensano che una separazione potrebbe dare giovamento alla Opel. I timori si fanno sentire anche nel Regno Unito e in Svezia, con Vauxhall e Saab. Per ora si attende la presa in esame del piano GM, presentato insieme a quello della Chrysler. Il Segretario al Tesoro statunitense Timothy Geithner ha promesso che inizierà a esaminarlo entro fine settimana.