ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Kosovo iniziano le celebrazioni per il primo anno di indipendenza

Lettura in corso:

In Kosovo iniziano le celebrazioni per il primo anno di indipendenza

Dimensioni di testo Aa Aa

La popolazione albanofona del Kosovo si prepara a celebrare l’anniversario del primo anno di indipendenza. A Pristina la bandiera con il profilo in giallo della nazione su sfondo blu e con sei stelle bianche campeggia accanto a quella degli Stati considerati amici. I 54 Stati che hanno riconosciuto ufficialmente l’indipendenza del Kosovo dalla Serbia proclamata il 17 febbraio del 2008.

Hashim Taci l’ex leader guerrigliero divenuto primo ministro del nuovo stato indipendente ha spiegato ai microfoni di euronews di “sperare che il 2009 possa portare a un reciproco riconoscimento tra Pristina e Belgrado. Il Kosovo – ha aggiunto – è pronto ad aprire una propria ambasciata nella capitale serba e si aspetta che Belgrado faccia lo stesso sancendo cosi la fine del conflitto e l’inizio di una pace duratura”. Parole distensive che pero’ non tengono conto del futuro pronunciamento della Corte internazionale di giustizia che chiamata in causa dall’Onu su richiesta di Belgrado potrebbe rimettere in dubbio la legittimità dell’indipendenza dell’ex provincia serba. La minoranza serba, circa 200 mila persone, che attualmente è concentrata in alcune enclave e nella parte nord della città di Kosovska Mitrovica è ancora costretta a vivere sotto la protezione dei militari della Kfor che presto cederanno il testimone ai poliziotti europei dell’Eulex