ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca celebra l'anniversario del ritiro sovietico dall'Afghanistan

Lettura in corso:

Mosca celebra l'anniversario del ritiro sovietico dall'Afghanistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Il quindici febbraio del 1989 l’ultimo soldato sovietico abbandono’ l’Afghanistan. Sono trascorsi esattamente vent’anni dalla fine di quella rovinosa e lunga guerra. Oggi la Russia ne ha ricordato l’anniversario con una grande cerimonia al Cremlino. Corone di fiori, in memoria dei militari morti durante il conflitto, sono state depositate davanti al monumeto del milite ignoto. Migliaia i veterani che hanno partecipato alla parata militare.

Ma le celebrazioni per ricordare il ritiro delle truppe sovietiche dall’Afghanistan si sono svolte in tutta Mosca. “Andare in Afghanistan è stato un errore politico – ha detto un veterano -. Ma questo non deve sminuire coloro che hanno servito il loro Paese”. La guerra iniziata nel 1979 duro’ dieci anni, e strasformo’ l’Afghanistan in un campo di battaglia della Guerra fredda. Gli americani e i guerriglieri islamici da una parte e l’esercito dell’allora Unione Sovietica dall’altra. Mosca perse circa 15 mila soldati e lascio’ dientro di sé un paese devastato dalla guerra civile.