ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il piano Obama: rimettere i soldi nelle tasche degli americani

Lettura in corso:

Il piano Obama: rimettere i soldi nelle tasche degli americani

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’iniezione di denaro per far ripartire il motore dell’economia statunitense. Il piano anti-crisi voluto dal Presidente Barack Obama è uno dei più decisi interventi a sostegno della classe media mai approvati.

E per frenare la recessione si riparte dai cosumi: il 95% delle famiglie americane dovrebbe toccare con mano i benefici di questo intervento. 787 miliardi di dollari, 600 miliardi di euro circa, la cifra complessiva. Il 36% del finanziamento va in sgravi e incentivi fiscali; il 64% punta a rafforzare l’intervento diretto dello Stato, attraverso la spesa pubblica. Fra i settori che maggiormente necessitano liquidità quello dell’automobile, vittima di un tracollo delle vendite con ripercussioni su tutto l’indotto. Lo scopo del piano è creare 4 milioni di posti di lavoro nei prossimi 2 anni. Dall’inizio della crisi 3,6 milioni di persone hanno perso il lavoro, con un tasso di disoccupazione ora superiore al 7,6%. Una grossa parte degli aiuti sarà destinata alle spese sociali e all’aiuto alle famiglie colpite dalla crisi; 27 miliardi alimenteranno un dispositivo d’emergenza di sostegno ai disoccupati. In vetta alla lista delle preoccupazioni del piano c‘è poi il mercato immobiliare, all’origine della crisi finanziaria del 2007.