ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dichiarazioni del Papa, mondo ebraico soddisfatto

Lettura in corso:

Dichiarazioni del Papa, mondo ebraico soddisfatto

Dimensioni di testo Aa Aa

Il mondo ebraico plaude alla netta presa di distanza dal negazionismo di Papa Benedetto XVI. Ieri in occasione della visita in Vaticano dei Presidenti delle comunità ebraiche americane, il Pontefice ha ribadito che l’Olocausto è stato un crimine contro Dio e contro l’umanità, ha chiesto scusa per le sofferenze subite dal popolo ebraico ed ha annunciato per il prossimo maggio la sua prima visita in Israele.

“Questo è un chiaro messaggio all’umanità e per i fedeli- ha detto il presidente del Memoriale di Gerusalemme delle vittime della Shoah -Spero che il Papa continuerà a diffondere e promuovere questo messaggio durante la sua prossima visita in Israele e a Gerusalemme”. Pace sembra fatta con la Santa Sede dopo la crisi scoppiata in seguito alla revoca della scomunica al vescovo negazionista Richard Williamson “Il Vaticano doveva fare qualcosa- ha detto Yigal Palmor, il portavoce del ministero degli esteri israeliano- non solo per prendere le distanze da quest’uomo e dalle sue opinioni, ma anche perché fosse molto chiaro che le sue opinioni sono ripudiate dalla chiesa e considerate illegittime”. In questa intervista diffusa il ventuno gennaio scorso dalla televisione svedese il lefevbriano Williamson ha sostenuto pubblicamente l’inesistenza dello sterminio degli ebrei durante la Seconda guerra mondiale.