ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: si dimette il ministro delle Finanze

Lettura in corso:

Ucraina: si dimette il ministro delle Finanze

Dimensioni di testo Aa Aa

Salta il ministro ucraino delle Finanze. Viktor Pynzenyk si è dimesso definendosi ostaggio della politica. Era al governo, come tecnico, dal 1992. Ha accusato il primo ministro Yulia Timoshenko di avergli impedito di svolgere il suo ruolo. Il premier l’ha liquidato definendolo un debole.

Pynzenyk sbatte la porta mentre l’Ucraina è sull’orlo del baratro. Il primo ministro e il presidente Viktor Yushenko litigano e il paese precipita. Il Fondo monetario internazionale aveva accordato a Kiev un prestito da 16,4 miliardi di dollari, ma ha bloccato la seconda tranche per il mancato rispetto degli impegni di bilancio. Timoshenko ha chiesto 5 miliardi di dollari alla Russia, che si è detta disponibile, a condizioni che peró Yushenko giudica inaccettabili. Sarebbe come svendere il Paese. E mentre i politici litigano, la gente non arriva a fine mese e scende in piazza. “Gli affitti aumentano sempre e le spese pure. Sono un’insegnante: se non mi pagano lo stipendio non so come vivere”. “Non mi pagano da 4 mesi, per questo sono in piazza. Questo è solo l’inizio: se non cambierà nulla faremo la guerra, vedrete. I cittadini devono muoversi e mandare a casa questo governo”. Il prodotto interno lordo dell’Ucraina dovrebbe scendere del 5% quest’anno. Da settembre la moneta nazionale, la grivnia, ha perso il 40% del suo valore.