ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eluana è morta, l'Italia è divisa

Lettura in corso:

Eluana è morta, l'Italia è divisa

Dimensioni di testo Aa Aa

Eluana Englaro è morta, ma lascia un Paese più che mai spaccato, a livello politico e sociale. La donna in stato vegetativo permanente da diciassette anni, ha cessato di vivere nella clinica di Udine dove quattro giorni prima le era stata interrotta l’alimentazione forzata.

Dopo un minuto di silenzio, in Senato – in piena discussione su un disegno di legge per imporre la ripresa della nutrizione – è stato subito scontro, violento. Il Senatore Gaetano Quagliarello, del PdL, ha gridato: “Eluana non è morta, Eluana è stata ammazzata”. L’opposizione è insorta, e in una pesante accusa contro il governo, ha parlato di sciacallaggio politico, attraverso il capogruppo del PD, Anna Finocchiaro. Il padre di Eluana, Beppino Englaro, appresa la notizia della morte di Eluana, ha detto di volere rimanere solo. La sua battaglia giudiziaria era iniziata dieci anni fa. Davanti al Senato, in serata alcune persone hanno voluto mostrargli il loro sostegno. Davanti alla clinica La Quiete, invece con i loro striscioni sono arrivati cittadini favorevoli al mantenimento in vita di Eluana, così come i favorevoli allo stop dell’alimentazione. I Carabinieri intanto hanno acquisito le cartelle cliniche, mentre il provvedimento sul testamento biologico procede con urgenza il suo iter parlamentare.