ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La lotta prosegue. Situazione drammatica in Madagascar

Lettura in corso:

La lotta prosegue. Situazione drammatica in Madagascar

Dimensioni di testo Aa Aa

Prosegue in Madagascar la protesta anti-governativa. Andry Rajoelina, il sindaco deposto della capitale Antananarivo e leader dell’opposizione parla chiaro. Dopo la strage di sabato, con la polizia che ha sparato ad altezza d’uomo sui sostenitori di Rajoelina, facendo almeno 28 morti e 200 feriti, l’ex sindaco ha annunciato che la lotta contro il presidente Marc Ravalomanana continuerà fino alla vittoria.

“Siamo testimoni di quello che è accaduto,dice questo sostenitore del sindaco ribelle. Un massacro. Abbiamo visto con i nostri occhi i morti e i feriti. Dobbiamo resistere”.

Tra gli appelli all’ordine e alla calma il Paese è nel pieno di una crisi politica che in due settimane ha già fatto oltre 128 vittime. Il capo dello Stato Ravalomanana non demorde e ribadisce di essere sempre il presidente, l’ex sindaco 34enne si autoproclama capo di una non meglio precisata “Alta autorità di transizione” perchè la popolazione vuole un cambiamento. Oggi in Madagascar sarà lutto nazionale.