ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Referendum: Svizzera, Si all'Europa

Lettura in corso:

Referendum: Svizzera, Si all'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

La Svizzera ha detto si al referendum nazionale sulla libera circolazione delle persone nell’ Unione Europea. A spoglio terminato il risultato finale conferma la tendenza già evidenziata dai primi risultati. Il cinquantanove virgola sei percento dei vontati vuole che il paese mantenga la propria porta aperta all’ ingresso di uomini e merci.
 
Un risultato che induce Berna e Bruxelles a tirare un sospiro di sollievo, poiché con questo voto
c’ era in gioco anche il futuro di  accordi commerciali già avviati e faticosamente raggiunti con l’ Europa.
 
La campagna per il no era stata lanciata dalla destra nazional- conservatrice. In particolare Lega dei Ticinesi e Unione democratica di centro che hanno paventato il rischio di un’immigrazione di massa da Romania e Bulgaria.
 
Compatti nella volontà di tenere aperte le relazioni con l’esterno sono stati il mondo economico,il governo, la maggioranza dei partiti.
 
Tra le formazioni parlamentari l’ unica contraria era  l’ Unione democratica di centro, espressione della destra antieuropeista: disoccupazione ed aumento dell’immigrazione le ragioni del suo no.