ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Australia, 100 i morti

Lettura in corso:

Australia, 100 i morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Le dimensioni della catastrofe provocata dagli incendi in Australia si fanno sempre più gravi via via che i soccorsi arrivano nelle case distrutte dalle fiamme. Con i suoi cento morti, è una delle più grandi catastrofi naturali della storia australiana, seconda solo al ciclone Mahina del 1899.

I sopravvissuti sono sconvolti. Ecco alcune testimonianze: “Era una tempesta di fuoco, che ci ha circondato da tre lati”. “Non me ne sarei andata senza di lui. Per un attimo ho pensato che non ce l’avesse fatta e mi sono detta: ecco, ora moriremo insieme”. “Se fossimo rimasti altri 5 minuti non ne saremmo usciti vivi. E’ stato così improvviso: una palla di fuoco scesa dalla montagna”. “Abbiamo sentito delle ragazze che chiedevano aiuto, ma non abbiamo potuto fare niente”. Tutte le vittime sono dello stato di Victoria. Gravemente colpiti dai roghi anche il territorio della capitale Canberra e il Nuovo Galles del sud. Anche per i pompieri si è trattato di un’esperienza drammatica: “E’ qualcosa che non vorreri rivivere mai. Faccio questo lavoro da 10 anni e non avevo mai visto nulla del genere”. Il primo ministro Kevin Rudd si è recato sui luoghi del disastro per confortare le vittime. A scatenare l’ondata di violenti incendi sono stati la prolungata siccità, i forti venti e una temperatura da record: oltre 46 gradi a Melbourne, seconda città dell’Australia e fino a 49 gradi in alcune zone interne.