ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa: Un paese senza lavoro.

Lettura in corso:

Usa: Un paese senza lavoro.

Dimensioni di testo Aa Aa

I dati sulla disoccupazione negli Stati Uniti sono da incubo. A gennaio sono stati persi quasi 600 mila posti. Dall’inizio della crisi 3,6 milioni di americani sono rimasti a casa. La disoccupazione a gennaio ha toccato livelli mai registrati negli ultimi 34 anni.

Le cifre sono impietose: da settembre 2008 quando la crisi è scoppiata, il grafico della disoccupazione è progressivamente cresciuto, mese dopo mese. Il tasso del 6,1% di senza lavoro è lievitato fino a raggiungere il 7,6% di gennaio. Nessun settore dell’economia americana è escluso dall’erosione di posti di lavoro ma i piú colpiti sono l’industria e i servizi, i cardini su cui si regge il sistema. A perdere il lavoro sono precari, lavoratori a tempo determinato ma il fenomeno riguarda anche chi credeva di poter dormire sonni tranquilli grazie al posto fisso. Il calo dell’occupazione ha avuto effetti devastanti sulla fiducia dei consumatori, facendo crollare le vendite. Girano meno dollari, l’accesso al credito è piú difficile, l’economia rischia di fermarsi.