ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele, destra favorita alle elezioni

Lettura in corso:

Israele, destra favorita alle elezioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Si profila un testa a testa tra il partito di destra Likud di Benyamin Netanyahu e quello di centro Kadima di Tzipi Livni alle elezioni politiche israeliane di martedì prossimo. Gli ultimi sondaggi autorizzati prima della consultazione danno l’ex premier Netanyahu con un sottile margine di vantaggio, che gli permetterebbe di avere l’incarico per un nuovo governo. Tzipi Livni, ministro degli esteri uscente, spera in una rimonta delle ultime ore, per poter trovare quella maggioranza parlamentare che non è riuscita a mettere insieme nell’ottobre scorso, dando così il via alla convocazione di elezioni anticipate. Ma la sorpresa potrebbe venire dall’estrema destra, dal partito Yisrael Beiteinu di Avigdor Lieberman, per il quale i sondaggi prevedono quasi il raddoppio dell’attuale rappresentanza parlamentare. Lieberman propone una politica più rigida nei confronti degli arabi israeliani che ammontano al 20 per cento della popolazione del Paese. Il suo partito sorpasserebbe, sempre secondo i sondaggi, quello laburista di Ehud Barak, ministro della difesa uscente. Sarebbe un duro colpo per il partito storico che ha partecipato alla fondazione di Israele; e un’ulteriore minaccia alle speranze di concludere un accordo di pace che si basi sulla convivenza di due Stati sovrani in Palestina.