ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza. Kouchner a Israele: aprite i corridoi umanitari

Lettura in corso:

Gaza. Kouchner a Israele: aprite i corridoi umanitari

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo gli appelli dell’ONU e dell’Unione Europea, anche Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia, individualmente, esortano il governo israeliano a riaprire permanentemente i corridoi umanitari per portare aiuti alla popolazione di Gaza.

Da Washington, dove ha incontrato la responsabile della diplomazia statunitense Hillary Clinton, il ministro degli esteri francese Bernard Kouchner ha lanciato un appello a Israele: “Siamo veramente preoccupati per la situazione della popolazione di Gaza. Con gli Stati Uniti intendiamo fare il possibile per convincere entrambe le parti ad aprire le frontere. Gli abitanti della striscia di Gaza hanno bisogno di quella che siamo soliti definire assistenza umanitaria”. Il premier israeliano uscente Ehud Olmert ha sbloccato un trasferimento di fondi per l’equivalente di 35 milioni di euro destinati al pagamento dei funzionari fedeli all’Autorità Nazionale Palestinese di Mahmud Abbas nella striscia di Gaza. E’ invece stato arrestato e poi rilasciato, il mediatore di Hamas che tentava di far entrare a Gaza, dall’Egitto, 9 milioni di dollari e 2 milioni di euro. I finanziamenti per la ricostruzione, dopo l’attacco israeliano, sono una pedina fondamentale nella battaglia di influenza che stanno combattendo fra loro le varie fazioni palestinesi.