ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Due condanne per attentato alla sinagoga di Djerba del 2002

Lettura in corso:

Due condanne per attentato alla sinagoga di Djerba del 2002

Dimensioni di testo Aa Aa

Diciotto anni di reclusione per l’attentato alla sinagoga di Djerba, Tunisia, nel 2002, rivendicato da al Qaida. Christain Ganczarski, un tedesco convertito all’Islam, presunto collaboratore di Osama Bin Laden, è stato condannato a Parigi per complicità nell’attacco, nel quale morirono 21 persone.

Il procedimento penale è stato avviato in Francia per la presenza, tra le vittime, di due cittadini francesi. “Abbiamo cercato di capire, abbiamo cercato di seguire la vicenda – ha detto la figlia di una delle vittime -. Siamo contenti che la giustizia abbia prevalso”. Oltre ai due cittadini francesi, a Djerba, morirono 14 turisti tedeschi e cinque cittadini tunisini. Sempre per il coinvolgimento nell’attacco è stato condannato – ma a 12 anni – anche Walid Nouar, fratello dell’attentatore suicida. La giustizia francese non ha potuto perseguire Khalid Sheikh Mohammed – considerata la mente dell’undici settembre – poiché detenuto a Guantanamo. Ganczarski e Nouar si sono dichiarati non colpevoli e intendono fare ricorso in appello.