ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'ex ostaggio contro la linea dura di Uribe con le Farc

Lettura in corso:

L'ex ostaggio contro la linea dura di Uribe con le Farc

Dimensioni di testo Aa Aa

A poche ore dalla liberazione, Alan Jara accusa il Presidente colombiano. Secondo l’ex governatore del dipartimento di Meta, rilasciato dalle Farc dopo oltre sette anni di detenzione, Alvaro Uribe non avrebbe fatto nulla per il rilascio degli ostaggi. Raccontando le sofferenze vissute durante la prigionia nella giungla, nella sua prima conferenza stampa da uomo libero, Jara ha insistito: l’unica soluzione al conflitto sono i negoziati con i guerriglieri.

“Credo che l’atteggiamento del Presidente Uribe – ha detto – non abbia affatto aiutato lo scambio umanitario e nemmeno il rilascio degli ostaggi”. Jara ha attaccato la linea dura di Uribe – contrario allo scambio tra guerriglieri imprigionati nelle carceri colombiane e ostaggi. “L’unica via è quella politica – ha aggiunto – poiché le Farc non sono affatto sconfitte”. Per domani si attende la liberazione dell’ex deputato Sigifredo Lopez. Anche lui, insieme a Jara e ad altre cinque persone liberate domenica, fa parte di un gruppo di ostaggi che le Farc si erano impegnate a dicembre a rilasciare.