ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele a una settimana dal voto

Lettura in corso:

Israele a una settimana dal voto

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo un gennaio di guerra e nel mezzo di una tregua violata a più riprese, Israele si prepara a votare, tra una settimana.

Il candidato del Likud, il partito di destra, Benjamin Netanyahu è andato a tastare il polso dell’elettorato come di consueto al mercato di Gerusalemme. Netaniahu promette che destituirà il governo di Hamas a Gaza. I sondaggi lo danno grande favorito. Tra gli altri candidati alla carica di premier, il ministro degli esteri Tzipi Livni si situa per ora al secondo posto. Alla guida di Kadima, il partito di centro destra attualmente al potere, Livni promette una risposta dura ai prossimi attacchi da parte palestinese. Una linea simile a quella del ministro della difesa Ehud Barack, candidato del partito laburista, che sembra destinatro ad un terzo posto. Alcuni sondaggi lo mostrano addirittura quarto, dopo il partito di estrema destra Israel Beitenu. Dovesse vincere al voto del 10 febbraio, Netanyahu non esclude di formare un’alleanza con uno dei suoi due rivali. Per ora tutti gli sforzi soo concentrati sulla conquista di quel 20 per cento di elettori che si dicono ancora indecisi.