ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

George Mitchell in Medio Oriente

Lettura in corso:

George Mitchell in Medio Oriente

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuovi episodi di violenza mettono a rischio la tregua in Medio Oriente. Il lancio di un razzo contro Israle stamani da parte di militanti palestinesi ha provocato la risposta dell’aviazione israeliana a Khan Junis nel sud della Striscia.

Presa di mira una fabbrica, indicata dai militari di Tel Aviv come una officina e deposito d’armi. Due miliziani sono rimasti feriti e un bambini di dieci anni. Il nuovo attacco si è verificato nel giorno in cui l’emissario del presidente americano, George Mitchell, ha incontrato il presidente dell’Autorità palestinese Mahmoud Abbas. Mitchell, rinnovando il sostegno della nuova amministrazione americana ai tentativi di mediazione dell’Egitto, ha insistito sulla necessita’ di ‘‘consolidare’‘ la tregua nella Striscia di Gaza. E ha chiesto che la stessa Anp venga coinvolta nel controllo dei confini per favorire la piena riapertura dei valichi. ‘‘E’ importante consolidare e rendere durevole il cessate il fuoco e noi incoraggiamo gli sforzi intrapresi in questo senso’‘, ha ribadito. A Gaza mentre le Nazioni Unite hanno lanciato l’appello per raccogliere 600 milioni di dollari per la ricostruzione, si è ricominciato a distribuire agli studenti i 25 dollari mensili per il sostegno agli studi.