ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ford chiude il 2008 con la perdita peggiore della sua storia

Lettura in corso:

Ford chiude il 2008 con la perdita peggiore della sua storia

Dimensioni di testo Aa Aa

Tempi duri, anzi durissimi per Ford. La seconda casa automobilisitca americana ha appena concluso l’esercizio peggiore in 105 anni di attività, eppure rifiuta gli aiuti di stato di cui hanno approfittato General Motors e Chrysler.

Nel 2008, il gruppo ha riportato una perdita pari a 11 miliardi di euro, un nuovo record negativo se si pensa che fino a oggi era il 2006 l’anno più nero, terminato con un rosso da 9,7 miliardi di euro. L’amministratore delegato, Alan Mulally, assicura che l’azienda ha sufficiente liquidità per fare a meno di un prestito ponte del governo e prevede di tornare in attivo nel 2011. Per il momento, l’azienda sta negoziando con il Tesoro americano una linea di credito per la sua finanziaria, Ford Motor Credit, dalla quale verranno tagliati 1.200 posti di lavoro, pari a circa il 20% degli effettivi. La società ha anche raggiunto un accordo con i sindacati per sopprimere alcuni costi legati al personale. Gli analisti prevedono che nel 2009 il giro di affari delle case aurtomobilistiche americane sarà il peggiore dalll’inizio degli anni ’80. Ford si attende un calo delle vendite del 7,6 per cento.