ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Clima: i principi guida per il dopo Kyoto

Lettura in corso:

Clima: i principi guida per il dopo Kyoto

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione europea detta l’agenda per il dopo Kyoto con un nuovo e ambizioso piano per combattere il surriscaldamento del pianeta.

Il progetto della Commissione si prefigge come obiettivo di contenere l’aumento della temperatura del pianeta entro i due gradi da qui al 2020. . Bruxelles suggerisce un graduale aumento degli investimenti per ridurre le emissioni di gas serra ed evitare che nel 2050 la Terra si scaldi oltre la soglia di guardia Il commissario all’Ambiente Stavros Dimas: “Per raggiungere tutti questi obiettivi, saranno necessari maggiori investimenti sia pubblci che privati a livello mondiale. Entro il 2020 ci vorrà un aumento degli investimenti fino a 175 miliardi di euro all’anno. La metà da destinarsi ai paesi in via di sviluppo. Ma per questo i 27 hanno bisogno del sostegno totale degli Stati Uniti, che rispetto alla precedente amministrazione, sull’ambiente sembrano voler assumere un atteggiamento più collaborativo. . Insieme a Washington, Bruxelles vorrebbe decidere gli impegni precisi da prendere in vista della conferenza sul clima di Copenaghen, organizzata dall’Onu per il prossimo dicembre, in cui si metterà a punto la strategia del dopo Kyoto.