ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chi sarà il prossimo patriarca della Chiesa ortodossa russa?

Lettura in corso:

Chi sarà il prossimo patriarca della Chiesa ortodossa russa?

Dimensioni di testo Aa Aa

Dal Sinodo riunito nella Cattedrale moscovita del Cristo Salvatore è emerso il nome del probabile prossimo successore di Alessio II. Si tratta del vescovo Kirill metropolita di Smolensk e Kaliningrad la figura più carismatica della Chiesa ortodossa e forse anche la più aperta al dialogo con le altre religioni. Kirill ha ottenuto 97 voti su 197. La decisione definitiva verrà comunque presa dal Conclave che si riunirà martedì. L’avversario di Kirill sarà il metropolita Kliment un conservatore schivo e poco mediatico che dal 2003 ha in mano l’amministrazione della Chiesa ortodossa russa. La terza candidatura più che altro simbolica è rappresentata dal metropolita bielorusso Filarete.

“La crescente popolarità e influenza della Chiesa – spiega questo analista – da un lato è l’effetto del crollo dell’ideologia comunista che spinge la gente a ricercare nuovi punti di riferimento. Ma anche lo stato ha un ruolo perchè cerca l’appoggio della chiesa e la sua approvazione” L’elezione del nuovo patriarca russo ortodosso verrà seguita con la massima attenzione anche dal Vaticano che parteggia apertamente per Kirill l’uomo che forse in un futuro non troppo lontano potrebbe incontrare Benedetto XVII chiudendo una disputa secolare con la Chiesa cattolica