ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Maltempo: conta di vittime e danni per Francia e Spagna

Lettura in corso:

Maltempo: conta di vittime e danni per Francia e Spagna

Dimensioni di testo Aa Aa

La tempesta è passata. Ma per Francia e Spagna ritornare alla normalità è un lavoro colossale.

Problema numero uno: la mancanza di elettricità nelle regioni più colpite da Klaus, la tempesta che ha fatto oltre 20 vittime nel Sud-Ovest dell’Europa. E l’interruzione delle linee elettriche non provoca disagi solo a trasporti e comunicazioni: “Bisogna trovare il modo di conservare i prodotti” spiega un commerciante francese della provincia di Bordeaux. Oltre un milione le case senza luce solo in Francia. Le Ferrovie francesi hanno mobilitato circa 1.000 tecnici per riparare le linee e i passaggi a livello fuori uso. In alcuni dipartimenti la mancaza di elettricità ha causato blocchi temporanei dell’acqua corrente. Conseguenti restrizioni nell’acquisto di acqua in bottiglia. La Spagna, che fra le vittime ha 4 bambini uccisi dal crollo di un muro vicino a Barcellona, ha avviato con la Francia una collaborazione d’emergenza per il mutuo sostegno nelle forniture elettriche. “Cerchiamo di aprire i frigo il meno possibile” dice il proprietario di un ristorante nella provincia di Barcellona “usiamo le candele e cuciniamo solo a gas”. In Francia la tempesta è stata più violenta che nel 1999, quando ci furono 92 morti e 7 miliardi di euro di danni. Intanto il maltempo non risparmia il Portogallo, con il centro Nord bloccato dalla neve. Emergenza anche in Italia: neve al Nord, temporali al Sud e rischio valanghe su tutto l’arco alpino.