ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Islanda, cade il governo

Lettura in corso:

Islanda, cade il governo

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ il primo governo a cadere per non aver saputo fronteggiare la crisi economica: il premier islandese Ger Haarde ha rimesso l’incarico al Presidente della repubblica.

L’esecutivo era formato da una coalizione tra il partito dell’indipendenza, conservatore, e l’alleanza socialdemocratica. “Ora è fondamentale – ha dichiarato Haarde – continuare a lavorare a fianco del Fondo Monetario Internazionale, è importante non perdere credibilità e continuare a governare con responsabilità fino alle nuove elezioni”. L’Islanda ha pagato un prezzo altissimo a causa della crisi economica. A ottobre le tre principali banche del paese, a corto di liquidità, sono state nazionalizzate. L’inflazione aveva raggiunto il 14 per cento. L’annuncio della convocazione di nuove elezioni il 9 maggio dato venerdi dal premier non aveva fermato le proteste degli islandesi. Migliaia di manifestanti erano scesi in piazza per chiedere le dimissioni immediate del governo. Il premier Haarde non si ripresenterà come candidato perché dovrà curare un tumore. Favorita sembra essere il ministro degli esteri Ingibjorg Gislattodir, che guida i socialdemocratici.