ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles: vertice dei ministri degli esteri dell'Ue e Medio oriente

Lettura in corso:

Bruxelles: vertice dei ministri degli esteri dell'Ue e Medio oriente

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione europea si ritaglia un ruolo per la pace in Medio oriente: Bruxelles cerca la proroga del cessate il fuoco a Gaza, e anche nuove proposte di pace, come il piano in tre punti che viene presentato dall’Italia. E intanto procede a una prima stima dei danni, e delle necessità immediate.

L’Unione europea, che è il primo donatore per i territori, paga circa 500 milioni all’anno. A Bruxelles sono giunti i ministri degli esteri di Turchia, Giordania, Egitto e Autorità Nazionale Palestinese, per incontrare i loro omologhi europei. “Quello che tentiamo di ottenere – ha spiegato il ministro degli esteri ceco, presidente di turno dell’Unione – è un miglior coordinamento degli aiuti a Gaza. È lo scopo principale di questo incontro”. Un incontro che avviene però in condizioni sempre estremamente delicate, tanto che l’Egitto ha di nuovo chiuso il valico di Rafah, dopo aver fatto evacuare feriti e ambulanze dal terminale. Il Cairo avrebbe avuto informazioni attendibili secondo le quali stanotte potrebbero riprendere i bombardamenti israeliani nella zona di confine. Bombardamenti mirati a distruggere i tunnel attraverso i quali si contrabbandano armi, oltre a cibo ed altro.