ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Oggi marcia di solidarietà per le vittime dell'asilo nido

Lettura in corso:

Oggi marcia di solidarietà per le vittime dell'asilo nido

Dimensioni di testo Aa Aa

I belgi di Dendermonde sfileranno questo pomeriggio in una marcia in omaggio alle vittime del folle omicida che venerdì ha fatto tre morti e dodici feriti in un asilo nido.

E mentre adulti e bambini ancora sotto choc continuano a portare fiori e peluche davanti all’istituto, resta intatto il mistero sull’assassino e sulle ragioni del massacro. L’autore degli omicidi, un ventenne belga incensurato e senza precedenti psichiatrici, continua a non rispondere alle domande degli investigatori. Un atteggiamento che alimenta leggende e illazioni: si è detto che si fosse segnato su un foglietto il nome di un altro asilo, suo obiettivo successivo, voce che però il procuratore Christian Du Four ha smentito: “Non sappiamo assolutamente niente, come ho già spiegato: i motivi, il movente… perché sia venuto qui, proprio in quest’asilo nido. Non abita nei paraggi”. Kim De Gelder, questo il nome dell’assassino, viveva infatti da due mesi in un paese a una trentina di chilometri dal luogo del delitto. Disoccupato, i vicini lo descrivono come un ragazzo riservato, che nessuno conosceva davvero.