ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Gran Bretagna in recessione. Il Pil nell'ultimo trimestre del 2008 scende dell'1,5 per cento


mondo

Gran Bretagna in recessione. Il Pil nell'ultimo trimestre del 2008 scende dell'1,5 per cento

Dall’ultimo trimestre del 2008 l’economia britannica è in fase di recessione, ed è la prima volta dal 1991. Da Ottobre a dicembre il Prodotto interno lordo è sceso dell’1,5 per cento, sebbene sull’intero anno la crescita risulti attestata su un + 0,7 per cento.

La crisi investe in pieno il settore manifatturiero, arretrato nell’ultimo trimestre del 3,9 per cento, ma anche il terziario, che costituisce i tre quarti del Pil, ridottosi dell’un per cento. Oltre al mercato immobiliare praticamente fermo, e alla disoccupazione cresciuta fino a riguardare poco meno di due milioni di lavoratori, un chiaro campanello d’allarme per l’economia britannica arriva dai dati sul traffico merci via mare. “Quando non ci sono navi agli ormeggi vuol dire che l’economia tira”, dice il Capitano Andy Brigden, “Ma se le cose voltano al peggio vanno crescendo le navi ferme al molo. E questo è ciò che sta accadendo”. I segni dell’affanno dei mercati mondiali, d’altra parte, non mancano nelle aree portuali destinate allo stoccaggio. La crisi che si è abbattuta sul settore automobilistico ha finito per riempire i piazzali di vetture invendute, spingendo le case a tagliare la produzione.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

belgique