ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Gran Bretagna in recessione, per la prima volta dal '91

Lettura in corso:

La Gran Bretagna in recessione, per la prima volta dal '91

Dimensioni di testo Aa Aa

Adesso è ufficiale. Anche la Gran Bretagna, come Germania, Giappone e Stati Uniti, è entrata in recessione, per la prima volta dal 1991.

La notizia è tutt’altro che inattesa. Finora il Regno Unito era riuscito per un soffio a evitare quella che si definisce recessione tecnica, ovvero due trimestri di crescita negativa. I dati relativi agli ultimi tre mesi del 2008 hanno tolto ogni dubbio: il Pil è diminuito dell’1,5%, dopo essersi contratto dello 0,6% nel trimestre precedente. “La gente vede i negozi che chiudono, uno dopo l’altro, e si chiede che cosa stia succedendo: voglio dire, cosa possiamo farci?”. La crisi finanziaria si è allargata all’economia reale, con la disoccupazione in crescita, il mercato immobiliare stagnante e le vendite al dettaglio che rallentano. Governo e Banca d’Inghilterra fanno quello che possono. “Stiamo lottando contro questa recessione globale con tutti i mezzi che abbiamo – sostiene il premier Gordon Brown. – Abbiamo tagliato i tassi di interesse, ridotto l’iva, stiamo aiutando i pensionati e le famiglie con figli, stiamo investendo in infrastrutture. Facciamo tutto il possibile per uscire da quella che è una crisi globale”. Dall’ufficio con vista sulla City ai boschi del North Yorkshire, dove fioriscono corsi di addestramento militare per manager in crisi. L’idea è che chi supera il ponte tibetano e il percorso di guerra, sopravviverà anche alla recessione.