ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania, alla sbarra ex capo delle Poste

Lettura in corso:

Germania, alla sbarra ex capo delle Poste

Dimensioni di testo Aa Aa

Approda oggi in tribunale un caso di evasione fiscale che ha scosso l’opinione pubblica tedesca . Klaus Zumwinkel, ex imprenditore e potente capo delle Poste tedesche, viene processato per un milione di euro di evasione fiscale. Il pubblico fa la fila al tribunale di Bochum per assistere alla prima udienza. Molti tedeschi non perdonano a Zumwinkel di avere tagliato agenzie e personale delle Poste mentre nascondeva parte dei suoi redditi in un paradiso fiscale. Si vocifera di un possibile patteggiamento che dovrebbe scongiurare all’imputato la possibilità di finire in carcere. Il sequestro dei beni dell’allora capo delle Poste, nel febbraio 2008, fu trasmesso in diretta dalle televisioni. Un’iniziativa che mise in cattiva luce la titolare dell’inchiesta, Margrit Lichtinghagen, in seguito trasferita ad altro ufficio. Il nome di Zumwinkel compariva nella lista di possessori di conti correnti riservati in Lichtenstein che un bancario infedele aveva venduto al governo di Berlino per 5 milioni di euro. Il governo del Principato ha in seguito firmato un accordo con gli Stati Uniti sul ritiro del segreto bancario e potrebbe concludere un’intesa analoga con l’Unione europea.