ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli occhi americani nel mondo puntati su Obama

Lettura in corso:

Gli occhi americani nel mondo puntati su Obama

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutto il mondo guardava Barack Obama. La cerimonia d’investitura del quaranta quattresimo Presidente degli Stati Uniti è stato un evendo mediatico senza precedenti. Seguito da milioni di persone nel mondo. A cominciare dagli americani che vivono all’estero. Piena e in festa l’ambasciata statunitense di Madrid, Spagna. Emozione anche a Berlino.

“E’ difficile da descrivere, è incredibile. E’ la fine di otto anni da incubo!”. Stessa atmosfera di gioia e commozione all’Hotel de Ville, a Parigi. Ma molti americani si sono ritrovati anche all’Harry’s Pub, dove hanno seguito la diretta tv. In Italia, dove l’Obama-mania dilaga in maniera particolarmente intensa rispetto alla media europea, è stata una giornata d’euforia. Alexandro Agostini è un italo-americano nato ad Austin, Texas, lo Stato di Bush: “In bocca al lupo, ecco tutto. E spero che renda il mondo migliore per tutti noi”. E perfino in quelle parti del mondo in cui tutto ci si potrebbe aspettare fuorchè il desiderio di seguire una cerimonia lontana migliaia di chilometri, alcune tv trasmettevano la diretta. “Sì, è davvero un momento speciale per me. Ho grandissime speranze: speranza per gli Stati Uniti, speranza per il mondo e anche per Israele”.