ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'adesione alla Europa resta una priorità per la Turchia. Parola del premier Erdogan.

Lettura in corso:

L'adesione alla Europa resta una priorità per la Turchia. Parola del premier Erdogan.

Dimensioni di testo Aa Aa

L’adesione della Turchia all’Unione Europea resta una massima priorità per Ankara. Parola del premier turco Erdogan che dopo 4 anni torna in visita ufficiale a Bruxelles. All’Unione europea pero’ il governo turco non chiede privilegi, ma un trattamento equo, Ankara non vuole diventare un peso ma aiutare l’Europa a condividere i problemi che oggi deve affrontare”.

“Il 2009 sarà un anno fondamentale per il processo di adesione della Turchia,ha sottolineato Erdogan, precisando che il paese conta sull’aiuto e sull’appoggio della Repubblica Ceca attualmente presidente di turno dell’Unione Europea e sulla sucessiva presidenza svedese”. Alle istituzioni europee arriva pero’ anche un monito e non di poco conto se si considera la valenza strategica della Turchia sul fronte energetico, come paese di transito di gas e petrolio, dal Caucaso e dall’Asia Centrale. Se l’adesione salterà Ankara si dice pronta a rivedere il suo supporto al progetto del nuovo gasdotto verso l’Europa chiamato Nabucco. Messaggio recepito. Dal presidente della Commissione Europea Barroso la promessa e l’invito a collaborare. “ Credo che ci siano tutte le condizioni per una cooperazione tra Turchia e Bruxelles , tranquillizza Barroso, l’Unione Europea è un importantissimo mercato per l’energia, ma la Turchia è in una posizione strategica, dunque penso che un’alleanza sia la soluzione migliore”. Sottolineando gli sforzi fatti dal suo governo, Erdogan ha esortando Bruxelles a non cedere alle “pressioni” di alcun paesi dei Ventissetti scettici o contrari all’adesione della Turchia. Restano chiaramente scogli enormi, come la questione cipriota che nel 2006 ha segnato una grave battuta d’arresto nel cammino di Ankara verso l’Europa.