ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gas, un consorzio per sbloccare la crisi

Lettura in corso:

Gas, un consorzio per sbloccare la crisi

Dimensioni di testo Aa Aa

Un consorzio tra i principali gruppi energetici europei per fornire all’Ucraina il cosiddetto gas tecnico che permetta di rimettere in pressione le condutture e rifornire tutti i Paesi finora rimasti a secco: è la soluzione alla crisi del gas individuata da Angela Merkel e Vladimir Putin, in occasione della visita di due giorni a Berlino del primo ministro russo.
“E’ nell’interesse della Russia – ha detto Putin – che questo problema sia risolto. Dobbiamo tenere distinti i due problemi: da una parte la vendita del nostro gas all’Ucraina per i consumi interni; e dall’altra il transito del combustibile attraverso l’Ucraina verso il resto d’Europa”.
Al consorzio dovrebbero partecipare le tedesche E.On e Ruhrgas, l’italiana Eni e la francese Gaz de France. Putin rientrerà domani a Mosca per un summit sul gas a cui parteciperanno anche l’Ucraina e l’Unione europea.
Dura da 9 giorni il black-out di gas verso l’Europa. Un accordo tra Russia e Ucraina che doveva entrare in vigore lunedì scorso non è stato messo in pratica.