ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cala la violenza in attesa di un cessate il fuoco

Lettura in corso:

Cala la violenza in attesa di un cessate il fuoco

Dimensioni di testo Aa Aa

Combattimenti meno intensi oggi nella striscia di Gaza mentre si continua a cercare una soluzione diplomatica. Dei raid aerei hanno fatto due morti nel centro della città di Gaza. A Jabaliya nel nord della Striscia una palestinese di 65 anni e i suoi due nipoti di 2 e 4 anni hanno perso la vita colpiti da un proiettile di carro armato. Mentre continuano a bruciare le scorte dell’Onu colpite ieri dall’artiglieria israeliana.

“È una tragedia enorme per la gente che stava aspettando questi aiuti – dice il direttore dell’Agenzia Onu per i palestinesi a Gaza -. Ma non si devono preoccupare perché stiamo già trovando nuovi magazzini dove stipare cibo e medicinali. Perché non c‘è dubbio che dobbiamo continuare ad aiutare questa gente”. In mattinata i carri armati israeliani si sono ritirati da un quartiere devastato il giorno prima. Sotto le macerie, secondo fonti mediche, sono stati ritrovati 23 corpi. Dall’inizio della guerra, il 27 dicembre scorso, il numero di vittime palestinesi è di circa 1150. Di queste più di 350 sono bambini e un centinaio le donne. Secondo i servizi di pronto soccorso a Gaza i feriti sono 5.130.