ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Europa si allinea contro la crisi dell'auto

Lettura in corso:

L'Europa si allinea contro la crisi dell'auto

Dimensioni di testo Aa Aa

I ministri dell’industria dei 27 e la Commissione Europea stanno cercando una risposta comune alla crisi del mercato dell’auto, alla luce dei pesanti dati sull’andamento del settore. Nel 2008 in Europa sono state vendute circa un milione di vetture in meno rispetto all’anno precedente. Gravi le perdite in Irlanda. Tra gli altri paesi dell’Unione Europea la Spagna ha segnato una diminuzione delle vendite quasi del 50% rispetto all’anno precedente. Il calo della domanda non ha risparmiato neanche la Gran Bretagna, la Francia, l’Italia dove si è assestato intorno al 13% e la Germania. Per fronteggiare il crollo del comparto automobilistico, nei mesi scorsi i 27 si sono orientati verso il sostegno al mercato dell’ecologico. Ma l’aggravarsi della crisi potrebbe far cambiare la strategia comunitaria, anche per le gravi ripercussioni sull’occupazione. L’Europa è, infatti, il principale produttore mondiale di auto e impiega direttamente più di due milioni di addetti che diventano 12 milioni se si considera l’intero indotto. Alcune aziende hanno già avviato la chiusura parziale di molti stabilimenti e hanno ridotto la produzione per smaltire gli stock. L’attuale orientamento comunitario, in vista di un 2009 ancora difficile, punta su interventi mirati con incentivi e aiuti.