ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Striscia di Gaza, speranza per la proposta di Hamas: un anno di cessate-il-fuoco

Lettura in corso:

Striscia di Gaza, speranza per la proposta di Hamas: un anno di cessate-il-fuoco

Dimensioni di testo Aa Aa

Sul fronte diplomatico, il ventunesimo giorno dall’inizio dell’offensiva israeliana vede al centro la proposta di Hamas, sotto l’egida dell’Egitto. Su essa si concentrano ora le trattative internazionali. Una tregua di un anno, rinnovabile, in cambio del ritiro dell’esercito israeliano dalla Striscia e della rimozione del blocco.

La parola ora spetta ad Israele, il cui negoziatore è atteso anche oggi al Cairo, dopo la vista di ieri. Condizioni imprescindibili sono lo stop al lancio dei missili di Hamas oltreconfine e al contrabbando d’armi dall’Egitto alla Striscia. La decisione finale spetterà al gabinetto di sicurezza israeliano. E per impedire la ricostruzione dell’arsenale militare di Hamas, Tzipi Livni, ministro degli esteri israeliano, volerà a Washington per mettere a punto un accordo di garanzia con gli Stati Uniti. La Livni, giovedi’, ha ricevuto il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, critico verso l’offensiva israeliana. E nelle stesse ore, a New York, l’Assemblea Generale del Palazzo di Vetro metteva duramente sotto pressione Israele, accusato di violare il diritto internazionale.