ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il costo dell'euro ai minimi storici

Lettura in corso:

Il costo dell'euro ai minimi storici

Dimensioni di testo Aa Aa

Scende ai minimi storici il costo del denaro nella zona euro. La Banca Centrale Europea ha tagliato i tassi di interesse di mezzo punto percentuale portandoli al 2%, valore più basso da giugno 2003. Si tratta del quarto taglio consecutivo in quattro mesi, con una riduzione complessiva di oltre due punti base dal picco del 4,25% dei primi mesi del 2008.

“La decisione di oggi – spiega il presidente della BCE Jean Claude Trichet – tiene conto del calo delle pressioni inflazionistiche conseguenti all’indebolimento delle prospettive economiche, a prova del fatto che la zona euro sta vivendo un significativo rallentamento, dovuto agli effetti della crisi finanziaria”. Malgrado il taglio di mezzo punto, i tassi europei restano ancora i più alti se confrontati a quelli delle principali economie mondiali: negli Stati Uniti sono praticamente pari a zero e in Giappone allo 0,1%. In Inghilterra la settimana scorsa sono stati portati all’1,5%. L’istituto centrale di Francoforte ha seguito finora una politica di contenimento dell’inflazione, ma il pericolo dell’aumento dei prezzi oggi è frenato dalla contrazione dei consumi. Il principale obiettivo della BCE resta il recupero della fiducia di risparmiatori e imprese, in prospettiva della ripresa dell’economia che non arriverà prima del 2010.