ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Lettonia, la protesta popolare contro il governo cede alla violenza

Lettura in corso:

In Lettonia, la protesta popolare contro il governo cede alla violenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Una manifestazione contro il governo, inizialmente pacifica, è poi degenerata in sommosse e atti di vandalismo, martedi’ sera, nella capitale Riga.

Aspri scontri con la polizia si sono avuti nei pressi del parlamento, circondato dalle forze dell’ordine per prevenire un assalto della folla. Si tratta di uno dei piu’ rilevanti episodi di piazza dal 1991, anno dell’implosione dell’Unione Sovietica. La polizia ha dichiarato lo stato di emergenza. I manifestanti, convocati dall’opposizione, chiedono le dimissioni del premier Godmanis e lo scioglimento del parlamento: i quattro partiti della maggioranza sono accusati di immobilismo e di incapacità politica. La Lettonia è in preda ad una grave crisi economica e per arginare la recessione il Fondo Monetario Internazionale le ha stanziato 7,5 miliardi di euro. Gia’ nel 2007 la piazza costrinse l’allora premier alle dimissioni, ma la maggioranza che lo sosteneva è rimasta al potere.